mercoledì 5 giugno 2013

Smart Cooking e Parmigiano Reggiano = Gnocchi di pane

Che cos'è la smart cooking? E' un modo nuovo di chiamare la cucina, in fondo antica, del riutilizzo, del non buttar via niente, di trasformare gli ingredienti e gli avanzi facendoli diventare qualcosa di eccezionalmente buono! 


Sarà capitato a tutti di avere degli avanzi in frigo della cena della sera prima, o degli avanzi di pane. In realtà a casa nostra, difficilmente il pane rimane a fine pasto (ecco perchè abbiamo iniziato ad andare a correre!), ma quando capita mi viene un nodo allo stomaco al pensiero di buttarlo. Forse per la sacralità di questo alimento, immancabile sulle nostre tavole, forse perchè mia mamma non ci ha mai permesso di buttarne nemmeno un briciola. In fondo col pane vecchio ci si possono fare un sacco di cose (pane grattugiato, gnocchi, torte...).
Purtroppo ngli ultimi anni ci siamo abituati allo spreco, frutto del benessere e ci siamo dimenticati elle buone abitudini delle nostre nonne. Quelle abitudini che ci aiutano a rispettare un po' di più il nostro ambiente, evitando di produrre eccessive quantità di rifiuti, e anche il portafoglio.
Riutilizzare gli avanzi fa parte di un'altra branca della mia cucina magica, quella che non sai come, ma ti permette di creare delle cose buonissime!
Parmigiano Reggiano con la sua splendida iniziativa, sta cercando proprio di diffondere questi concetti, che vi riporto qui sotto, prendete appunti! :-)


...ed io potevo stare solo a guardare? 
Una delle mie ricette preferite di smart cooking è il riso saltato, ve lo ricordate? Oggi invece vi racconto di questi gnocchetti, fatti col pane vecchio, facili e delicati.

Ingredienti per 4 persone:

per gli gnocchi
160 g di pane secco
160 g di latte
160 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi
1 uovo grande
erba cipollina
noce moscata
(farina 00)


per il condimento:
250 g di pomodorini ciliegini
erbe aromatiche a piacere
1 cucchiaio di zucchero di canna
sale
olio EVO
1 spicchio d'aglio


Per il condimento. Lavate i pomodorini e incideteli sul fondo, facendo un piccola croce, tuffateli in acqua bollente leggermente salata e fate bollire per un minuto. Sclateli e privateli della buccia (che potete tenere da parte ed essiccare in forno, e successivamente frullare fino a ottenere una polvere molto sottile con cui potrete arricchiere pane, gnocchi, paste fresche o semplicemente sughi). Tritate finemente qualche ciuffetto di erbe aromatiche, io ho scelto quelle di stagione che sono presenti sul mio balcone (basilico, timo limoncino, rosmarino ed erba cipollina).
Una volta puliti i pomororini, tagliateli a metà per il lungo, disponeteli sulla leccarda, rivestita di carta forno, cospargeteli con il trito d'erbe lo zucchero di canna e salate leggermente. Infornate a 140° per circa 1 ora, fino a che risultranno piuttosto asciutti e quasi gommosi.
Una volta ottenuti questi deliziosi pomodorini confit, versate uno due cucchiai di olio EVO in padella, (io ho usato l'olio delle olive taggiasche, quelle che compriamo sono in olio EVO, e spesso lo uso per arricchiere il sugo della pasta in qualnto particolarmente saporito e aromatico, darà un aroma di olive senza però risultare troppoinvadente), insieme allo spicchio d'aglio e fate scaldare l'olio a fiamma bassa in modo che non frigga, appena sentirete un intenso profumo di aglio versate i pomodorini confit e fate cuocere a fiamma bassa, aggiungendo un mestolo d'acqua in modo che il sughino risulti ben legato. Togliete l'aglio prima di condire gli gnocchi.


 Finchè i pomodorini si cuociono possiamo dedicarci alla preparazione degli gnocchi!
Ammollate il pane nel latte, e lasciate risposare per 30 minuti. Strizzate il pane dal late in eccesso, e trasferite nel mixer, insieme a qualche filo di erba cipollina e a una grattata di noce moscata. Frullate fino a ottenere un composto omogeneo e particolarmente colloso. Trasferite in una ciotola, aggiungete il Parmigiano Reggiano grattugiato e l'uovo, e mescolate con l'aiuto di una forchetta. Se l'impasto dovesse risultare troppo molle aggiungete un po' di farina bianca fino a ottenere una massa collosa ma piuttosto consistente. Una volta amalgamato il tutto, trasferite in un sac a poche e fate riposare in frigo per almeno mezz'ora. 
Trascorso il tempo, tagliate la punta el sac a poche della dimensione che desiderate (per ottenere gnocchi più o meno grandi), con l'aiuto di una forbice tagliate gli gnocchetti tuffandoli direttamente nell'acqua bollente salata. Scolateli appena vengono a galla e trasferiteli in padella col condimento.

Fate insaporire gli gnocchi nel condimento, senza saltarli per non romperli e servite ben caldi.


Se preferite un condimento più delicato e più espresso, potete condire gli gnocchi con burro e salvia.

Se dovesse avanzarne qualcuno (sono buonissimi quindi sarà difficile), il potete conservali in frigo dopo averli disposti in pirofile monoporzione. Prima di pranzo cospargergeteli di pane grattugiato e gratinateli in forno molto caldo per qualche minuto.

Quando ho pensato e pubblicato questa ricetta non lo sapevo ma oggi è la giornata mondiale per l'ambiente, quest'anno è dedicata alla lotta contro gli sprechi alimentari. Evitare gli sprechi significa non solo salvaguardare il nostro portafoglio ma anche e soprattutto preservare l'ambiente. "Ogni anno un terzo del cibo prodotto nel mondo viene purtroppo sprecato. Quando esso si trasforma in rifiuto, seppur ancora commestibile, tutte le risorse impiegate per la sua produzione, a partire dall'acqua e dall'energia, finiscono letteralmente in fumo. Scegliamo dunque a partire dalla giornata di oggi di porre maggiore attenzione agli eventuali sprechi alimentari che potrebbero avvenire, soprattutto per disattenzione, tra le mura domestica." (M.A.)
Grazie a Stella e a BioffcinaToscana (viaFabebook) che me l'hanno ricordato! 

9 commenti:

  1. hai ragione è un peccato mortale buttare via il pane, anzi anche tutto il cibo in generale, a maggior ragione che oggi è la giornata dedicata proprio a questo tema :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio le parole che usa mia mamma :-) Grazie di avermi segnalato l'iniziativa!
      Ma.

      Elimina
  2. buoniiiiiii ... io devo far avanzare apposta il pane altrimenti non c'è speranza di farli questi gnocchetti fantastici !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per noi non è facile...
      Grazie
      a presto
      Ma.

      Elimina
  3. ricetta super SMART Marta, sei davvero bravissima!!
    La Parmigiano Reggiano Chef è perfetta per te, grazie del tuo contributo!
    http://apps.parmigianoreggiano.it/prchef//it/
    ciao
    Letizia

    RispondiElimina
  4. Ciao Marta :) Arrivo dal blog di Martina e ti faccio tanti complimenti, questo posticino è un amore e tu sei bravissima! :) Ti seguirò con molto piacere :) Gli gnocchi sono invitantissimi, chissà che gusto! A presto, buona serata! :**

    RispondiElimina
  5. Grazie a Martina di Lamponi e Tulipani ho scoperto il tuo bellissimo blog,complimenti!
    Questa ricetta la proverò presto perché anche io odio buttare il pane e le cose in genere.
    Da oggi hai una sostenitrice in più
    Enrica di Chiarapassion

    RispondiElimina
  6. Bellissimo questo blog! Ricette davvero buone e curate, complimenti!
    Ti seguo molto volentieri!
    Ciao
    Laura

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...