venerdì 7 settembre 2012

Sua maestà il polpettone!

Chi nei ricordi di bambino non ha il polpettone della nonna, o della mamma, o della zia? Il polpettone della mia mamma era ed è strepitoso! ...e per forza: lo impana con tre strati di uovo e pan grattato, lo frigge in padella e poi finisce in forno. Non paga lo serve con sugo di pomodoro! Una libidine vera!
E' un piatto un po' bistrattato secondo me, relegato a cibo "povero", ma certo povero non gli si può dire visto quanto può diventare sostanzioso. Io l'ho messo in cantiere (e così sarà anche per alcuni dei prossimi post) cercando di inventare piatti buoni, sfiziosi, nutrienti (ma anche porzionalbili e congelabili), che siano anche economici. Senza stare a piangere il morto sulle oggettive difficoltà che la crisi porta con sè, capita sempre più frequentemente di arrivare in cassa al supermercato e sbarrare gli occhi, allora perchè non provare a riscoprire vecchie tradizioni, vecchie ricette che ora ci siamo abituati a definire "povere" ma che in sè sono veri e propri cibi dell'anima, comfort food, che contengono soprattutto tutta la sapienza dei nostri nonni?
Il tutto, magari con un occhio, più o meno chiuso, alla linea!
(Beh questo polpettone è tutto tranne che light...ma basta diminuire la porzione e sgranocchiare un po' di verdurina, e anche la coscienza salutista torna a rasserenarsi! ;-) ).

Ingredienti per 7-8 porzioni:
600 gr di carne macinata mista di manzo e maiale 
4 uova
100 gr di prosciutto affumicato
60 gr di piselli
1 fetta di pane bianco
1/2 bicchiere di latte
sale e pepe q.b.
1 cucchiaino di rosmarino tritato (o eventualmente prezzemolo, o timo, o senape a piacere)
qualche cucchiaio di pane grattugiato

Mettete tre delle quattro uova in un pentolino coprite di abbondante acqua fredda, mettete sul fuoco e dal momento del bollore fate cuocere per 4 minuti. 
Lessate i piselli. Mettete il latte in una scodella e ammollatevi il pane.
Quando tutti gli ingredienti saranno freddi, mettete la carne in una capace ciotola, aggiungete l'uovo rimasto, sale, pepe e aromi, la fetta di pane strizzata (il pane risulterà morbidissimo, schiacciatelo con le dita in modo da "sbriciolarlo", in questo modo si amalgamerà meglio all'impasto), amalgamate il tutto e aggiungete alla fine i piselli.
Stendete sul piano di lavoro un canovaccio, su cui adagerete un foglio di carta forno, stendete 2/3 dell'impasto e formate un rettangolo alto circa 1 cm, adagiatevi il prosciutto cotto, lasciando uno spazio sui bordi che vi permetterà di sigillare il tutto. Stendete ora il resto dell'impasto, adagiatevi in fila dal lato più lungo le uova prelessate e sgusciate. Aiutatevi quindi con la carta forno ed il canovaccio e arrotolate l'impasto, dandogli la classica forma cilindrica.
bagnate il polpettone con il latte con cui avevate ammollato la fetta di pane e poi passatelo nel pan grattato, premendo leggermente per farlo aderire e per dare compattezza al polpettone. Avvolgete quindi il polpettone in un foglio di carta forno e legatelo come una caramella (o eventualmente avvolgetelo in un foglio di carta stagnola), infornate a 180° per circa 40-45 minuti.
Una volta cotto, togliete dal forno. Togliete la carta forno e infornate altri dieci minuti in forno ventilato in modo che faccia un po' di crosticina. Lasciate quindi raffreddare leggermente e servite a fette!
Potete congelarlo già porzionato e scaldarlo semplicemente in padella con un goccio d'acqua o nel microonde. Eviterei il forno tradizionale perchè tende a seccarsi un po' troppo.


Una vera e propria bontà! 
Il prezzo si aggira intorno ai 7 € totali :-)

Evviva il polpettone!


8 commenti:

  1. Un classico, gradito sempre da tutti!
    Evviva il polpettone!

    RispondiElimina
  2. evviva davvero, piatto della tradizione assolutamente sottovalutato, che invece si presta a mille versioni! Buono!
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! è proprio un cibo-coccola!

      Elimina
  3. Mi inchino di fronte al re polpettone...

    RispondiElimina
  4. sono pienamente d'accordo il povero polpettone è bistrattato da tutti ed io invece lo faccio spessissimo e a casa nostra piace tanto a tutti!proverò la tua versione :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...