lunedì 30 gennaio 2012

Tartellette alla crema cotta

Che cosa c'è di più bello ed emozionante del cucinare qualcosa di buono per qualcuno di speciale? Forse solo avere quel qualcuno "tra i piedi" in cucina...

Oggi vi racconto di un esperimento ben riuscito: queste deliziose "pastine" ripiene di crema cotta, una vera goduria! 



Ingredienti per circa 6 tartellette:

pasta frolla
125 gr di farina 00
65 gr di zucchero
65 gr di margarina
1 pizzico di sale
1 uovo
1/2 cucchiaino di lievito in polvere

per la farcia
250 g di latte fresco intero

65 gr di panna
15 gr di maizena
75 gr di tuorli
1/2 bacello di vaniglia
un pizzico di sale
2 cucchiai di confettura di albicocche
2 cucchiai di zucchero di canna
zucchero a velo per guarnire

Iniziate ad impastare la pasta frolla, che avrà bisogno di riposare in frigo per circa 30 minuti, tempo in cui preparete la crema pasticcera.
Fate la fontana con la farina, mettetevi al centro lo zucchero, la margarina a pezzetti, il sale, il lievito e l'uovo sbattuto. Impastate velocemente, fate una palla con l'impasto e avvolgetelo in un po' di carta cellophan e mettete l'impasto a riposare in frigo.
Accendete il forno a 180°.
Versate il latte e la panna in un pentolino con la vaniglia e portate a ebollizione. Nel frattempo, sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete poi la farina e il pizzico di sale. Appena il latte sarà caldo, toglietelo dal fuoco e versatevi li composto di tuorli. Mescolate bene e rimettete sul fuoco continuando a mescolare piano (per evitare che si formino grumi) fino a che non addensa.
Una volta addensata, toglietela dal fuoco e copritela con della carta cellophan (senza pvc) per evitare che raffreddandosi si formi la crosticina.
Estraete la frolla dal frigo, stendetela con l'aiuto di un mattarello, ricavandone una sfoglia di circa 4-5 mm e rivestite i pirottini. Bucherellate le tartellette sul fondo con l'aiuto di una forchetta e tagliate la pasta in eccesso e disponete sul fondo di ogni tartelletta du cucchiaini di confettura di albicocche. Riempitele quindi con la crema pasticcera, livellatela aiutandovi con una spatola inumidita di acqua, cospargete con zucchero di canna e infornate per circa 30 minuti.


Una volta dorate le tartellette saranno pronte per essere sfornate, fate raffreddare e poi toglietele dagli stampini.


Guarnitele a piacere con zuccherini e zucchero a velo, sono ottime sia tiepide che fredde.


Nota sull'uso della vaniglia: la vaniglia in bacello ha un profumo davvero inebriante. Si presenta in piccoli bastoncini (che non sono altro che le radici di un'orchidea). Al primo uso se ne estraggono i semini, praticando sul bastoncino un'incisione per il lungo e raschiando i semini neri dall'interno con l'aiuto ad esempio di un coltello. La volta successiva sarà possibile usare il bacello in immersione (facendolo ad esempio bollire nel latte). E' possibile lavarlo e farlo seccare ed usarlo con le stesse modalità per 3-4 volte. Dopo la quarta volta, una volta lavato ed essiccato lo si può tritare ed usare per aromatizzare sale o zucchero.


Un'ottima colazione per due ...e una dolcissima conclusione di cena: Buon S. Valentino a tutti quelli che nel cuore hanno teneri pensieri!

e beh ... buon appetito! ;-)

Con questa ricetta partecipo al contest Cibo & Baci ideato da About Food e Smartbox


ed al contest "CUCINANDO CON IL CUORE – Il contest degli innamorati" ideato da L'aroma del Caffè in collaborazione con Cucinando


Trovate la ricetta anche sul numero speciale di San Valentino di AboutFood


3 commenti:

  1. Grazie per aver condiviso con noi questa deliziosissima ricetta e in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  2. Sembrano davvero deliziose! grazie per aver partecipato al nostro contest :)

    RispondiElimina
  3. Grazie a voi!!!
    A presto
    Marta

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...